1 novembre – ENRICO DINDO

Orchestra Sinfonica Kodaly
18 ottobre – Orchestra Sinfonica KODALY
12 settembre 2018
04-opera-lirica
10 novembre – L’Opera lirica
12 settembre 2018
Enrico Dindo

DUO VIOLONCELLO-PIANOFORTE

ENRICO DINDO VIOLONCELLO
ANDREA DINDO PIANOFORTE

 

Ludwig van Beethoven: 12 Variazioni in fa maggiore per violoncello e pianoforte, op. 66 sul tema “Ein Madchen oder Weibchen” dall’opera “Il flauto magico” di Mozart

Allegro

Franz Schubert: Sonata in la minore per arpeggione e pianoforte detta “Arpeggione” D 821 (versione per violoncello)

Allegro moderato
Adagio
Allegretto

 

(intervallo)

Claude Debussy: Sonata n. 1 in re minore L 144

Prologue – Lent. Sostenuto e molto risoluto
Sérénade – Modérément animé
Finale – Aminé. Léger et nerveux

Sergej Prokofiev: Sonata in do maggiore op. 119

Andante grave
Moderato
Allegro, ma non troppo

ENRICO DINDO Si diploma presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. A 22 anni ricopre il ruolo di primo violoncello solista nell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, ruolo che manterrà fino al 1998.  Dopo l’attività di perfezionamento con Antonio Janigro, vince il Primo Premio al Concorso Mstislav Rostropovich di Parigi, e si esibisce in molti Paesi e con orchestre prestigiose: BBC Philharmonic, Orchestra filarmonica di Rotterdam, Orchestre national de France, Orchestre du Capitole de Toulouse, Filarmonica della Scala, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra filarmonica di San Pietroburgo, Orchestra Sinfonica di Stato di Sao Paulo, NHK Symphony Orchestra, Tokyo Symphony, Toronto Symphony Orchestra, Chicago Symphony Orchestra e Gewandhausorchester di Lipsia.  Tra i grandi direttori con cui ha lavorato si annoverano: Riccardo Chailly, Aldo Ceccato, Gianandrea Noseda, Myung-Whun Chung, Daniele Gatti, Yutaka Sado, Paavo Jarvj, Valery Gergiev, Yuri Temirkanov, Riccardo Muti e lo stesso Rostropovich. Nel 2012 è stato nominato Accademico di Santa Cecilia. Nel 2014 esegue le Suite per violoncello solo di Johann Sebastian Bach al Conservatorio Giuseppe Verdi (Milano).  È direttore musicale dell’ensemble cameristico “I Solisti di Pavia”, nato grazie a lui nel 2001, e dell’HRT Symphony Orchestra di Zagabria, docente della cattedra di violoncello presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, la Pavia Cello Academy, l’Accademia Tibor Varga di Sion ed ai Corsi estivi del Garda Lake International Music Master.  Il violoncello usato da Dindo è un Pietro Giacomo Rogeri (ex Piatti) del 1717 della Fondazione Pro Canale.

ANDREA DINDO, allievo di Renzo Bonizzato, ha perfezionato gli studi con Ciccolini, Jasinski e Weissenberg. Premiato al Concorso da Camera di Parigi ha suonato in Carnegie Hall , Pablo Casals Di Tokio, Radio France, Royal Academy di Londra. Musiche di Beethoven, Mozart, Schubert, Debussy, Prokofiev.

 

BIGLIETTI:

Platea Settore I:  € 20

Platea Settore II: € 15

Galleria Settore III: € 10

 

PREVENDITA ONLINE: https://www.diyticket.it/events/Musica/1438/duo-dindo

Comments are closed.