7 marzo – ALEXANDER KOBRIN

Charlie Chaplin
1 marzo – CHAPLIN in JAZZ!
12 settembre 2018
PFM-DeAndréAnniversary-LOW
29 marzo – PFM CANTA DE ANDRÈ
12 settembre 2018
Alexander Kobrin

ALEXANDER KOBRIN

pianoforte

 

Ludwig van Beethoven:  Sonata op. 7 in mi bem. Maggiore

  1. Allegro molto e con brio;
  2. Largo, con gran espressione (in Do maggiore);
  3. Scherzo: Allegro;
  4. Rondò: Poco allegretto e grazioso.

 

Robert Schumann: Waldszenen (Scene della foresta) op.82

  1. Eintritt (Entrata)
  2. Jager auf der Lauer (Cacciatore in agguato)
  3. Einsame Blumen (Fiori solitari)
  4. Verrufene Stelle (Luogo maledetto)
  5. Freudliche Landschaft (Paesaggio gioioso)
  6. Herberge (Osteria)
  7. Vogel als Prophet (Uccello profeta)
  8. Jagdlied (Canzone di caccia)
  9. Abschied (Addio)

 

intervallo

 

Johannes Brahms Sonata n. 3 in fa min. op.5

  1. Allegro maestoso (fa minore)
  2. Andante espressivo (fa minore). Andante molto
  3. Allegro energico (fa minore). Trio (re bemolle maggiore)
  4. Intermezzo (Rückblick – Sguardo retrospettivo): Andante molto (fa minore)
  5. Allegro moderato ma rubato (fa minore)

 

L’artista è nato a Mosca nel 1980 e ha  iniziato  lo studio del pianoforte all’età di cinque anni alla celebre Scuola Speciale di Musica Gnessin, perfezionandosi  successivamente al Conservatorio Tchaikovsky con eminenti docenti quali Tatiana Zelikman e  Lev Naumov. Definito dalla BBC il “Van Cliburn dei nostri tempi”, il pianista Alexander Kobrin si colloca fra gli interpreti di primissimo piano oggi nel mondo. Il New York Times lo ritiene una preziosissima guida alle visioni ultraterrene e spirituali della musica di Schumann. La sua esecuzione del Secondo concerto per pianoforte di Brahms con la Syracuse Symphony Orchestra, a New York, è stata salutata dalla critica  come una pietra miliare nella vita musicale della città americana. L’esperienza di ascoltare Kobrin dal vivo è stata descritta da Nick Rogers: “L’abbagliante destrezza di Kobrin è sicuramente supernaturale da vedere, ma il suo talento e la sua esecuzione sono assolutamente umani”. Nel 2005 Alexander Kobrin vinse il primo premio al Concorso Van Cliburn, dopo aver ottenuto lo stesso riconoscimento ai Concorsi Busoni di Bolzano, a Glasgow e all’Hamamatsu. Pochissimi pianisti al mondo possono vantare un Palmarès di questa natura. Da allora l’artista è ospite delle più prestigiose orchestra filarmoniche europee ed americane,, collaborando con direttori quali Michail Pletnev, Vassily Petrenko, Yuri Bashmet, Mark Elder, Mikhail Jurowsky, James Conlon, Claus Peter Flor, Alexander Lazarev. Svolge attività didattica all’Accademia Gnessin di Mosca, alla Columbus State University negli USA e alla Steinhardt School dell’Università di New York.  Kobrin è stato invitato anche come membro di giuria nei Concorsi Busoni di Bolzano, al Prix Animato a Parigi, al Neuhaus International Piano Festival di Mosca.

BIGLIETTI:

Platea Settore I:  € 25

Platea Settore II: € 20

Galleria Settore III: € 15

PREVENDITA ONLINE: https://www.diyticket.it/events/Musica/1432/alexander-kobrin

Comments are closed.